L’evasione fiscale che non vogliono combattere.

L’evasione fiscale che non vogliono combattere.

Tra i controlli fiscali il redditometro di basa su quanto dichiarato e gli acquisti fatti e uno dei settori nel mirino del Fisco è quelle delle automobili. A confermare un gap tra i due valori è anche l’elenco dati fornito dal delle Finanze e dall’Automobile Club Italia.

Redditometro: tutte le voci sotto controllo

Dalla comparazione tra i redditi superiori a 120 mila euro dichiarati nel 2014 e la distribuzione di auto di lusso in Italia, emerge una mancata corrispondenza su base nazionale e regionale allarmante. Le vetture in circolazione dal costo di almeno 100 mila euro risultano 349.453 mila a fronte di 269.093 dichiarazioni dei redditi elevate. In tutti gli altri casi è lecito presumere evasione fiscale? Non proprio: bisogna certamente tener conto delle auto di lusso a noleggio delle società e inoltre, visto che si parla di dichiarazioni Irpef, sono esclusi da questa banca dati i redditi di molti lavoratori autonomi e quelli da capitali. Ma anche sull’altro fronte va detto che questo censimento non include le auto di lusso immatricolate all’estero e le auto d’epoca.

Controlli fiscali anche su auto di lusso a rate?

I controlli fiscali si sono estesi a tutto lo stivale ma in alcune regioni il gap è impressionante: il primato spetta alla Calabria dove si registra la quota più bassa d’Italia di dichiarazioni Irpef sopra i 120 mila euro (appena lo 0,17% del totale, contro l’1,1% in Lombardia) ma il numero di Aston Martin, Audi di grossa taglia, Ferrari, Jaguar, Lamborghini, Porsche, Mercedes, Maserati o Rolls Royce in circolazione è perfino il triplo delle dichiarazioni più elevate. In Basilicata, Puglia, Umbria, Abruzzo, Trentino Alto Adige la proporzione di «super-car» rispetto alle dichiarazioni Irpef elevate è più che doppia; in Sicilia e Veneto, quasi doppia. Poche le eccezioni: solo in quattro regioni, Lombardia, Lazio, Liguria e Piemonte, le dichiarazioni Irpef da 120 mila euro in su superano il numero di auto di lusso risultanti dai controlli fiscali.

FONTE (INVESTIOGGI)

Precedente E' TEMPO DI REAGIRE Successivo LA RASSEGNA STAMPA NAZIONALE MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2017

Lascia un commento

*